CENNI STORICI

La cittadina di Sapri sorge su una piccola pianura costiera che si immerge nelle acque della baia antistante. Le origini di Sapri sono molto antiche, come attestano alcuni insediamenti dell’età del Bronzo scoperti poco lontano dall’abitato. Nel corso del Medioevo l’abitato scomparve a causa dell’instaurarsi di un ambiente palustre e malsano. Nel XVII secolo cominciò la costruzione dell’odierno abitato, che portò alla nascita del piccolo borgo marinaro della Marinella. L’espansione dell’abitato proseguì fra il ‘700 e la seconda metà dell’800, secondo uno schema di vie parallele e trasversali alla linea di costa. Il mare di Sapri, grazie alle sue caratteristiche, ha meritato la Bandiera Blu d’Europa nel 1995 e poi ininterrottamente dal 1999 in poi.

DA VEDERE
Lungomare Italia, unico per ampiezza tra Salerno e Reggio Calabria
Villa Comunale con varietà di essenze arboree
Casa del Buon Pastore in stile Liberty
Monumento a Carlo Pisacane in Villa Comunale
Cippo funerario li L. Sempronio Prisco
Zona archeologica di S. Croce
Monumento commemorativo dello “Sbarco dei trecento”
La scultura de “La spigolatrice di Sapri” sullo scolgio dello Scialandro
Il borgo antico della “Marinella” e l’attigua Piazza Plebiscito, con i tipici locali di specialità gastronomiche cilentane.

COME RAGGIUNGERLA
In auto: A3 Salerno-Reggio Calabria, uscita Buonabitacolo o Lagonegro.
In treno: stazione di Sapri.
Autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, uscita Battipaglia variante SS. 18 perScario

INFO TURISMO
Comune 0973 605511
www.comunedisapri.it

Fotografia in evidenza di Umberto Sofo