Il Territorio

Cicerale il cui toponimo è “Terra quae cicera alit”, è un centro agricolo del basso Cilento, situato sul fianco destro dell’alta valle del fiume Alento, su uno sprone del monte San Leo (667 m).

Presenta una caratteristica struttura allungata, con una duplice fila di case disposte ai lati di un’unica strada.  Monte Cicerale (Frazione) è più in alto, sullo stesso versante.

Storia

Esisteva già nel periodo normanno ed apparteneva al territorio di Monteforte Cilento. Fu quindi dei Sanseverino, dei Signori di Monteforte. Il feudo passò nel 1565 ai Gentilcore, che contribuirono alla fondazione di un monastero agostiniano. Passò poi ai Primicile Carafa.

Economia

Si producono cereali, olive, uva da tavola e ortofrutticoli. Attivo è il commercio di bestiame e fichi secchi, che vengono anche esportati. Degno di nota è il cece da cui prende il nome il piccolo comune. Unico nel suo genere, è il protagonista della sagra che si svolge nel periodo estivo dal 21 al 23 Agosto.

Importanza di rilievo è anche la zona industriale nella contrada S.Felice. fonte di lavoro per molte famiglie.

Le competenze in materia di difesa del suolo sono delegate dalla Campania all’Autorità di bacino regionale Sinistra Sele. Il territorio fa parte della Comunità montana Alento-Monte Stella.

Festività

  1. Giorgio 23 aprile, !8 e 19 Agosto Cicerale capoluogo;
  2. Nicola 6 dicemdre S. Donato 6 e 7 Agosto Montecicerale frazione;
  3. Felice 30 Agosto C.da S. Felice frazione

Come raggiungerla:

Autostrada A3, uscita Battipaglia, seguire SS 18 fino all’uscita di Cicerale, proseguire per 2 Km. e svoltare a sinistra per la zona industriale di Cicerale.

INFO TURISMO        

Comune    +39 0974834021

www.comune.cicerale.sa.it