IL TERRITORIO

Nel divenire dei colori delle stagioni e nell’immergersi in luoghi in cui l’uomo sposa la natura si giunge a Castel San Lorenzo, in provincia di Salerno, dove i vigneti accompagnano gli uliveti nel solcare i declivi discendenti per tuffarsi nel fiume Calore disegnando armonia e suggestione sulla collina che introduce alla montagna ed alla Valle del Calore Salernitano. 

Castel San Lorenzo è situato in una vasta area protetta nel Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano, a pochi km da Paestum, dal Mar Tirreno e dal capoluogo di provincia. Sorge a 350 m. sul livello del mare e il territorio, prevalentemente collinare, si stende su una superficie di 14 kmq. Il clima è mite. La zona presenta una significativa estensione di ambienti naturali intatti e di notevole rilevanza paesaggistica.

Il terreno per la prevalenza si presenta di natura arenacea-marnosa-argillosa.

Castel San Lorenzo è ricco di ottime acque, lo testimoniano le numerose fontane: della Litania, dell’Elice, di San Lorenzo, delle Fontanelle, di Zio Nicola, di Laurenti, di Salerno, dell’Airola, della Masella.

Intorno al paese vi sono diversi polmoni verdi; si tratta di boschi costituiti da macchia mediterranea e castagni.

Il territorio è attraversato dal fiume Calore Salernitano che nasce dalle pendici del monte Cervati ed ha un corso tortuoso e spettacolare, in alcuni punti ricco di trote. La fauna è caratterizzata dalla presenza di cinghiali, volpi e fagiani.

Vi sono, inoltre, elementi di archeologia contadina: il più interessante è l’antico mulino detto “Del Principe” dal quale parte un bel sentiero, lungo il quale si può ammirare un ponte in ferro dell’800, tratti di fiume in cui vive la lontra e un’estesa macchia mediterranea ricca di pioppi, cerri, corbezzoli, ginestre e mirti.

Esistono, infine, diversi fabbricati rurali di pregio architettonico; il più significativo è quello sito in località Isca Farneta.

Nel centro storico le strette viuzze si immettono nella piccola Piazza Umberto I dove sono visibili il vecchio Municipio,  che ospita il Museo della Civiltà Contadina e i resti di Palazzo Carafa; più in basso, vi è il Palazzo Vigna della Corte (XVII sec.), con quattro torri angolari e la leggendaria presenza di un passaggio segreto che porta al Castello. Inoltre, sono diverse le chiese che conservano capolavori settecenteschi: la Chiesa di San Giovanni Battista (XII sec.), la Chiesa di Santa Maria del Monte (XVIII sec.), l’Edicola della Madonna della Stella (XII sec.)posta all’interno dell’omonima Cappella e il Santuario dei santi Cosma e Damiano.

L’ACCOGLIENZA

E’ un valore diffuso e particolarmente sentito dalla comunità locale. Chi arriva nel nostro paese incontra cordialità, simpatia ed i gustosi piatti della tradizione, per  scoprire un territorio ricco di sapori e di qualità. 

La valorizzazione delle peculiarità del comune di Castel San Lorenzo – e più in generale della Valle del Calore – passa attraverso la diffusione dei valori paesaggistici del suo territorio, l’incontro con il lavoro dell’uomo in armoniosa relazione con la terra, l’incanto del gusto di assaporare i prodotti del suolo nati dalla sana tradizione contadina.

Dunque, si propone attraverso un percorso visivo e di degustazione di entrare nel comune di Castel San Lorenzo, accompagnando il gradito ospite con le immagini della Valle del Calore, della collina castellese, delle tradizioni popolari ed artigianali nonché con i profumi ed i sapori dell’ottimo vino, dell’olio novello, dello “scazzatiello”,  del torrone, del capocollo, e degli altri squisiti prodotti della filiera agricola contadina.

Ci farà piacere condurre i benvenuti ospiti all’interno del nostro Museo della Civiltà Contadina, seguendo il virtual tour che intendiamo diffondere.

Inoltre, saremo lieti di far ammirare la sapienza delle mani delle donne castellesi, che diventa arte nel ricamo e nell’elaborazione del corredo tradizionale. Saremo onorati di mostrare tali bellezze nei cesti di vimini costruiti dalle laboriose mani dei nostri contadini.

Ancora, l’intreccio delle vie comunali, tra i colori tipici del Meridione, è luogo ideale per il trekking alla scoperta della campagna e della natura.

Queste sono le azioni promozionali che intenderemmo proporre per far conoscere il nostro territorio di cui sopra vi abbiamo parlato.

 

Ulteriore materiale informativo/promozionale è disponibile ai seguenti link

https://www.youtube.com/watch?time_continue=87&v=KRTnvJSUCIE

https://www.youtube.com/watch?v=E2DdOXYprW8

http://www.francescaleto.com/lifestyle-tempo-libero/alla-scoperta-di-castel-san-lorenzo-e-del-lambiccato-dop/

https://www.comune.castelsanlorenzo.sa.it

https://it.wikipedia.org/wiki/Castel_San_Lorenzo

http://www.comuni-italiani.it/065/035/index.html

 

INFO TURISMO

Comune. +39 0828944066

Come raggiungerla: 

autostrada A3, uscita Battipaglia, SS 18 fino a Capaccio, quindi SS 166 fino a Roccadaspide, proseguire per Castel San Lorenzo.